Questo sito utilizza Cookie

Questo sito utilizza solo cookie tecnici di terze parti per il corretto funzionamento delle pagine web.

 

Nell’ambito del Progetto FIRB si sono svolte tre campagne di scavo archeologico, presso il cosiddetto “Eremo di San Nicola” a San Marco in Lamis, sul Gargano, negli anni 2015-2016 con l’obiettivo di rendere visibile la pianta della struttura, costituita da diversi ambienti e in particolare collegabile a una basilica ad unica navata absidata. Si è inteso altresì estrapolare dati diagnostici che consentissero la datazione della struttura attraverso lo scavo stratigrafico e attraverso il rilievo 3D dell’area di scavo, studiata anche con l’ausilio di droni.
La concessione di scavo dell’Eremo di San Nicola, di durata triennale, è stata conferita dal MIBACT al Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Bari Aldo Moro, mentre la conduzione dello scavo è stata affidata all’Università “Kore”, unità archeologica nell’ambito del Progetto (direttori dello scavo Daniela Patti, Giuseppe Roma).
Hanno patrocinato le campagne di scavo enti e istituzioni operanti sul territorio: Fondazione Puglia, Santuario di San Matteo Apostolo, Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo, Ente Parco Nazionale del Gargano, Comune di San Marco in Lamis, Protezione Civile di San Marco in Lamis, e l’Associazione Internazionale per le Ricerche sui santuari (AIRS).
La prima campagna si è svolta dal 22 giugno al 2 luglio 2015, con la partecipazione di studenti dell’Università di Bari, Enna e Cosenza.
La seconda campagna di attività archeologiche (maggio 2016) ha avuto un respiro internazionale e ha visto la partecipazione di studenti italiani di diverse Università e di studenti americani del John Felice Center di Roma, sede italiana della Loyola University di Chicago.
Una conferenza stampa delle prime risultanze della ricerca archeologica sull’Eremo di San Nicola si è svolta il 12 maggio 2016 presso i “Laboratori Urbani Artefacendo” (Villetta Comunale a San Marco in Lamis).
L’11 agosto 2016, nel contesto della “Notte Bianca di San Marco in Lamis”, le attività archeologiche e la ricerca del FIRB sui santuari sono state presentate a cura della prof.ssa Immacolata Aulisa e della dott.ssa Lucia Olivieri.
 Nel mese di ottobre 2016 si è svolto il terzo ciclo, conclusivo, delle attività archeologiche presso l’Eremo San Nicola. Si è trattato, in questo caso, di un percorso di alternanza scuola-lavoro che ha visto coinvolti, oltre che i ricercatori del Progetto FIRB, l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “P. Giannone” di San Marco in Lamis e il santuario di San Matteo.